Ritorno al futuro con i Bohemian Karma

Ci sono un milione di cose che vorrei recuperare di dieci anni fa: il mio primo gruppo di amici, i viaggi in compagnia, le mille ore passate a parlare. Quel senso di accoglienza, per me che invece avevo passato le giornate infinite a guardare film in camera mia e poco altro. Di quello che ero dieci anni fa, c’è veramente poco, e vorrei recuperare così tanto, a partire da quella carica emotiva, da tutto quell’amore che custodivo ed ero pronta a dare, tutta quella musica che mi sparavo tutti i giorni, tutte quelle ansie che vorrei vivermi meglio.

Bohemian Karma sono tornati dopo più di dieci anni di pausa, il power trio è tornato in pista con un bravo rock indimenticabile “Delorian“. Il singolo anticipa l’uscita dell’EP previta per il 2022. Il titolo del singolo è un chiaro riferimento al film “Ritorno al Futuro” dove la Delorian è la vera protagonista, ovvero la macchina in grado di viaggiare avanti e indietro nel tempo. Il voler volare in un altro periodo storico è alla base del nuovo brano dei Bohemian Karma. In fondo in questo momento, chi non vorrebbe una Delorian come quella di Martin McFly? 

Un brano dal sapore nostalgico, ma che esplode di rabbia nel ritornello. Una rabbia dovuta all’impossibilità di cambiara la situazione che stiamo vivendo. Si tratta di un singolo molto attuale, ma che non ha tempo. In tanti momenti della nostra vita potremmo sentirci come i Bohemian Karma in “Delorian”.

Ecco cosa ci hanno raccontato!

Ciao ragazzi, iniziamo dalle basi. Perché Bohemian Karma?
Spiegare il perchè del nome mi ha sempre divertito, anche perchè non ho mai avuto una risposta vera e propria ahah.  Forse mi piaceva il pensiero di un concetto di Karma diverso, quasi artistico. Per il resto del tempo raccontavo una storiella inventata su Jim Morrison che, dopo essermi apparso in sogno con le sembianze di un chihuahua, mi ha suggerito il nome.

Vi siete formati nel 2006; avete cambiato formazione; vi siete sciolti e poi siete tornati insieme. Come mai solo ora dopo tanto tempo avete deciso di riformare la band?
Dopo lo scioglimento ci siamo persi di vista per diverso tempo. Io ho portato avanti altri progetti, principalmente Ecate. Degli ex membri il solo con cui ho avuto contatti è stato Davide. A dire il vero lui ha provato più volte a convincermi, ma con scarsi risultati, fino a poco tempo fa. Lo contattai per fare una band di cover blues. La cosa era già strana di suo, perchè non ho mai voluto suonare in una cover band, ma in quel momento avevo voglia di qualcosa dove pensare poco o nulla. Davide mise subito dei paletti. In realtà si rompeva il c”£$o a fare cover ahah 
Quindi abbiamo ripreso alcune cose del vecchio repertorio ed iniziato a lavorare ad altre, la prima nuova canzone è DeLorean.

Spulciando le vostre foto notiamo che Davide non ha volto, o meglio ha il volto di un bruco, come mai? Anche durante i live la sua indentità sarà nascosta?
Il Bruco è Davide e Davide è il Bruco! Il soprannome di Davide, sin da piccolo, è “Bruco”. Furono degli amici più grandi a soprannominarlo così e da quel giorno… è semplicemente Bruco. E’ successo che dovevamo fare delle foto, principalmente per i social, ma ahimè, Davide è finito in quarantena. Così dissi a Danilo ” Sai che facciamo? compriamo il pupazzo di un bruco, lo usiamo al posto di Davide?” ovviamente scherzavo, ma Danilo rispose di averne uno, così quando abbiamo fatto le nostre foto abbiamo inserito il pupazzo. La cosa ci ha divertito, per primo Davide, così abbiamo deciso di lasciare il suo alter-ego peluchoso (questa l’accademia della crusca me la potrebbe passare,come petaloso) Però live ci sarà Davide, il peluche è bello, ma alla batteria è davvero scarso 🙂 

Come è cambiata l’industria musicale dal 2006 a adesso per voi?
Credo che sostanzialmente la prima cosa che è cambiata è il luogo. Una volta ci si sbatteva principalmente a trovare i locali dove suonare, oggi il lavoro è maggiore. Tutto si è spostato on line, dove di musica ce n’è davvero tanta e l’attenzione, ahimè, è poca. Lo dico anche da ascoltatore, mi viene difficile stare dietro a tutta la musica che offre la rete, comprese le band che amo. Il lato positivo è che, grazie a chi da visibilità (blog, recensioni ecc) è ancora possibile scoprire artisti validi e progetti interessanti. Purtroppo, non sono mai stato un bravo PR, anche da lì la scelta di dare la nostra fiducia a Camilla di Brainstorming.   Il periodo non è dei più rosei per la musica live, ma speriamo passi presto e si torni a suonare.

Parliamo di DeLorian, come nasce questo singolo?
DeLorean è il nuovo singolo dei BK ed il primo a cui abbiamo lavorato tutti assieme, da zero. E’ nato quasi in modo prepotente. Un giorno presi la chitarra ed il pezzo sembrava fosse già lì, pronto a venir fuori. Stessa cosa accaduta con la band. L’ abbiamo provata un paio di volte, ed il pezzo girava come se lo avessimo suonato per settimane. Il mood del brano è nostalgico.Credo che tutti in un certo senso possano rispecchiarsi nel brano. La voglia di mollare tutto e tornare ad un periodo felice della propria vita, lontano dai “problemi” dell’ essere adulti. 

Quando uscirà il vostro album?
Speriamo presto, ci piacerebbe far uscire un EP entro maggio.