Essere, suonare, brillare con Pellegatta

Fuggire. Devo fuggire più spesso perchè mi rendo conto quanto mi faccia bene, quanto riesca poi a essere me stessa al mio rientro. Basta qualche chilometro, un’ora di treno, una città vicina, un libro consumato in treno, il lavoro arretrato che finalmente sono in pace per finire. Non so come, ma fuggire dalle persone e dagli incastri della vita quotidiana mi dà una pace infinita, soprattutto perchè non faccio altro che lavorare e pensare, solo l’idea di stare su un treno mi rassicura: sono qui, nessuno può pretendere un caffè, una riunione e cose del genere. Fuggire è sempre stata la soluzione: persino quando respiro mi sento meglio, mi sembra che tutto il mio corpo risuoni nel modo giusto, senza starnuti o acciacchi. Suono bene, ecco.

Esce lunedì 4 ottobre 2021 per Adesiva Discografica e in distribuzione SELF Suono come suono, il nuovo secondo singolo di Pellegatta (nome d’arte per Manuela Pellegatta). Il brano è un nuovo capitolo che ci avvicina sempre di più alla pubblicazione di un nuovo album: un brano di electro-pop che suona dolce-amaro, per chi non ha timori di suonare sfacciatamente pop e di fare di Sono come suono un vero e proprio manifesto musicale, per chi ha preso qualche chilo e sta attento al colesterolo.

Il singolo, prodotto da Paolo Iafelice  già al lavoro con Fabrizio De André, Ligabue, Fiorella Mannoia – è un brano che rispecchia lo stile semplice e diretto della cantautrice che racconta“sono come suono è la sveglia delle sei, il caffè bollente che ti  tiene in pista per quattro anni, un periodo in loop e porte spazio temporali di istanti irripetibili. Il brano è stato registrato in tre momenti differenti, prima durante e dopo un trasloco, l’apri pista dell’album fluorescente. Da maggio 2020, ho deciso di concludere tutte le registrazioni del nuovo album attraverso una collaborazione a distanza insieme al produttore Paolo Iafelice e Sara Velardo alle chitarre, la squadra non si cambia”

SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: https://spoti.fi/3iszcrc

  1. Credi sia vero quello che si dice, che esiste più musica che ascoltatori per godersela? 

Credo che gli ascoltatori siano molto spesso gli stessi musicisti che vanno alla ricerca di qualcosa che li rappresenti.  Ascoltare musica è sperimentazione, condivisione è trovare le parole con una canzone, credo che ognuno di noi rivede in qualche ritornello la propria vita e a volte quelle parole servono per attraversare un momento difficile. 

  1. Tu invece che tipo di ascoltatrice sei? Brani singoli e playlist oppure album interi? E su che piattaforma? Sei attento alle nuove uscite?

Sono una ascoltatrice seriale, mi fisso su dei brani e li ascolto all’infinito e poi non nego che Spotify è davvero super facile per vedere le ultime uscite, ascoltarle e inserirle in playlist come quando mi registravo le cassettine. Ho creato delle bellissime Playlist che vi consiglio sono tutte le cantautrici che conosco o che mi piacerebbe conoscere, condividetela con i vostri amici: 

CANTAUTRICI ITALIANE – di Manu Pelle

  1. Cosa vorresti che arrivasse a chi ascolta il tuo nuovo singolo Sono come suono?

Sono come suono per me è un modo di dire, dopo anni ho accettato di essere così nei pregi nei difetti non cambierò facilmente e ho scoperto che va bene così.  Mi piacerebbe ritrovare questo brano in qualche canzoniere con gli accordi da suonare, sono quattro accordi in loop, ottimo esercizio per chi parte da zero. 

  1. Qual’è il filo conduttore che collega tutti i tuoi brani?

Il filo conduttore di tutti i brani dell’album saranno gli spazi e le distanze. In questi anni abbiamo fatto molti traslochi e percorso tanti chilomentri. Siamo stati accolti con armonia e sostenuti da anime buone, spero un giorno di ricambiare la generosità o aiutare il prossimo. Grazie di cuore a tutti voi.

  1. Chi sei quando non hai a che fare con la musica?

    Sono una mamma di un bimbo bellissimo e in questi anni ho fatto la scelta di lavorare come segretaria per sostenere le spese della famiglia. Sono nata a settembre e sono una bilancina per me è importante trovare un equilibrio in tutto quello che amo essere e dare al mondo.