Milano, musica, pellicola e gli scatti di Simone Pezzolati

Classe 1997, Simone Pezzolati (o anche @lab731) è uno strano personaggio dell’underground milanese che ha deciso di raccontare la scena musicale in un modo del tutto anomalo. Rifiutando le pose statiche e le foto patinate, Simone Pezzolati ama le smorfie, i caffè nei monolocali dove sono sepolti strumenti, libri e caos, le passeggiate, i bar isolati. Le sue foto, rigorosamente scattate su pellicola, sono una piccola enciclopedia della scena musicale underground milanese.

Cranìa è una cantautrice classe 1992. Nata e cresciuta in Valle Camonica, tra le montagne della provincia di Brescia, nel 2017 si trasferisce “un po’ per caso” a Milano e ha già pubblicato due singoli, di cui il più recente A fondo. Un’anima tormentata che parla anche di abusi emotivi e amori non corrisposti, qui colta in un raro sorriso allo specchio.

La Croce Atroce, qui nel momento della trasformazione, è un’anima del Toilet di Milano e drag fuori dagli schemi. Durante l’anno della pandemia partorisce Alda Merinos un disco decisamente atipico che si impone di non rispettare nessun dettame o logica di mercato: un album lunghissimo, più di venti tracce, nessun singolo ad anticipare il progetto, senza regole; prendere o lasciare. Simone Pezzolati si è infilato nel suo bagno al momento giusto.

I Diletta sono un duo nato nel 2019 da un’idea di Jonathan Tupputi, voce e chitarra, e Andrea Rossini, tastiere e arrangiamenti. Di recente hanno pubblicato un nuovo singolo dal titolo Povera Città, rievocando una camminata in una Milano desolata e triste. Simone li ha incontrati sulla Martesana per un gelato, e Milano non sembrava più così triste, come nel loro brano.

Henna è una cantautrice valtellinese ma di stanza a Milano, che di recente ha pubblicato Au Revoir che ci porta nel suo personalissimo mondo subacqueo dove le influenze del cantautorato indie si contaminano di elementi di folklore e di sonorità più vintage. E lei è esattamente così, buffa e bellissima.

Giulia, in arte Granger, classe ’98, una delle voci più belle che ha ipnotizzato il pubblico di una delle ultime edizioni di X Factor e che, dopo un periodo di riflessione, torna con un progetto solista per proporre qualcosa di totalmente diverso da quello che molti hanno conosciuto e che ricordano come “Seawards”. Di nuovo sola, Granger è proprio così.

Qualche altro scatto: